Urina del gatto: come eliminare gli odori?

Quando si hanno degli animali in casa mantenere una certa costanza nelle pulizie è fondamentale. Non sempre riusciamo a tenere sotto controllo peli e polveri, ma ci si può riuscire.

Quello che è più difficile da gestire è l’odore, soprattutto se abbiamo un gatto a cui spesso capita di fare i suoi bisogni fuori dalla lettiera.

Solitamente i gatti sono animali puliti e indipendenti, che non amano sporcarsi né farsi troppo toccare, ma a volte capita che sporchino mobili, pareti o tessuti con la loro urina.

 

Perché accade

Se il nostro gatto sceglie di fare la pipì fuori dalla sua sabbietta c’è sempre un motivo.

Urina del gatto: come eliminare gli odori?

Molto spesso è una questione territoriale: i gatti sono molto legati al proprio territorio, ed essendo anche molto solitari lo proteggono da qualsiasi tipo di minaccia o invasione. Uno dei comportamenti di difesa del territorio è proprio quello di “marcare”.

Un’altra possibile causa potrebbe essere l’età del gatto: gattini molto giovani, che non hanno ancora imparato a usare la lettiera, o gatti anziani o malati, che soffrono di incontinenza, possono incidentalmente fare pipì fuori dalla lettiera.

O ancora, può essere una questione psicologica. In questo caso, il nostro consiglio è di rivolgersi a un professionista per indagare l’origine della condizione di stress. Un trauma, un disagio emotivo, un malessere fisico del quale non ci siamo accorti. L’importante è capire quale sia il problema e tentare di risolverlo, anche perché l’atto di urinare fuori dalla sabbietta segnala spesso un disagio piuttosto grave, ed è un gesto che il gatto non vorrebbe mai arrivare a compiere se non in caso di estrema necessità, perché non sa più come esprimere ciò che prova.

 

Cosa possiamo fare?

Innanzitutto, tentare di ridurre il rischio che accada in maniera sistematica. In caso di gatti molto giovani, educandoli alla lettiera, e nel caso di gatti malati o anziani con piccole precauzioni quali pannolini o traversine. Come già detto, per gatti fortemente stressati è necessario un tempestivo intervento per ripristinare la serenità psico-emotiva dell’animale.

Se però ormai l’urina c’è, va ovviamente pulita. Degli ottimi alleati sono limone, bicarbonato e aceto. Questi tre ingredienti sono fortemente acidi e abrasivi, e aiutano a eliminare germi e batteri. Essendo però molto acidi, è consigliabile diluire con acqua prima di applicarli, soprattutto sui tessuti. Inoltre, è importante sapere che mentre l’aceto è il migliore nell’eliminazione dell’odore, il limone è il numero uno come deodorante naturale.

Combinati insieme al bicarbonato, efficace come disinfettante, dovremmo riuscire a contrastare il problema e tenere sotto controllo la puzza di ammoniaca tipica dell’urina di gatto.

 

La lettiera

Inoltre, la lettiera andrà pulita ogni giorno, e la vaschetta igienizzata spesso. Tante volte, infatti, l’odore arriva proprio da lì: in questo caso la vaschetta andrà svuotata e detersa con un sapone. Un buon metodo può essere stendere della segatura sul fondo, che rimuova l’umidità. Anche l’utilizzo di una lettiera in pellet è una buona idea. Assorbe maggiormente e non crea quella polvere fastidiosa per noi e per i nostri gatti.

Esistono inoltre anche dei prodotti che aiutano a contrastare l’odore e detergono la sabbietta, spesso a base di agrumi, che sono ricchi di oli essenziali.