Fondi per gli animali: ecco le proposte

Fondi per la tutela degli animali, ecco un bel regalo per questo Natale. La deputata Brambilla ha avanzato delle proposte proprio in difesa e in tutela dei nostri amici animali, domestici e non.

Oltre al già ottenuto ridimensionamento dell’IVA su cure veterinarie e cibo per animali, sono altre due le idee interessanti.

 

La fauna selvatica

Brambilla ha proposto di rifinanziare il fondo per la fauna selvatica, in modo da aiutare le associazioni ambientaliste riconosciute secondo l’art. 13 della Legge 8 luglio 1986, n°349. Con questo finanziamento il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio potrà finalmente occuparsi del recupero della fauna selvatica.

Fondi per gli animali: ecco le proposte

Randagismo e visoni

La seconda grande mossa è stata la proposta di creare un fondo per intervenire contro il randagismo, in particolare quello del Sud Italia, e tutelare gli animali selvatici, come i cinghiali. Inoltre, si propone anche la chiusura definitiva degli allevamenti di visoni.

 

Il Sud del nostro Paese è martoriato dal fenomeno del randagismo. I numeri, già allarmanti, quest’anno stanno salendo. Regioni come Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna hanno bisogno di fondi per combattere il fenomeno, sterilizzare gli esemplari in libertà e fornire assistenza a quelle associazioni che da sempre tentato di dare un asilo dignitoso ai trovatelli.

 

La chiusura degli allevamenti di visoni potrebbe rivelarsi una scelta pratica prima ancora che etica: già ad oggi, fino al 31 dicembre, le attività degli allevamenti sono sospesi a causa dell’emergenza sanitaria. I visoni sarebbero infatti facilmente infettabili con il Covid-19 ed essere responsabili di alcune mutazioni.

 

Nel nostro piccolo, e con i nostri mezzi, ci impegniamo anche per queste festività a darvi assistenza e supporto. Servizi di pet sitting, cremazione e sepoltura per qualsiasi particolare esigenza. Vi basterà contattarci