Enpa accoglie gli animali dall’Ucraina

Conosciamo tutti la triste e preoccupante situazione in Ucraina. Un numero troppo alto di persone sono in fuga dalla guerra, lasciando le loro case in cerca di asilo.

In Italia il Ministero della Salute ha autorizzato l’accesso sia di persone che dei loro animali domestici alle strutture d’accoglienza.

 

L’intervento di Enpa

Come sappiamo, infatti, spostare animali domestici non è sempre facile, ma Enpa fa sapere che in questa delicata circostanza non sarà affatto un problema.

«Alla luce di questa importante apertura, fortemente auspicata da Enpa fin dall’inizio del conflitto,– afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – l’intera rete nazionale di canili sanitari e rifugi nonché di gattili gestiti dall’Ente Nazionale Protezione Animali, da Nord a Sud, è pronta all’accoglienza d’intesa con i servizi sanitari pubblici».

Enpa accoglie gli animali dall’Ucraina

Ma non solo

Enpa ha anche deciso di inviare cibo e medicinali veterinari agli animali nelle zone di conflitto. «Abbiamo aperto un canale di contatti diretti con soci e volontari Enpa di nazionalità ucraina per raccogliere ogni segnalazione e richiesta di intervento» ha fatto sapere l’Ente Nazionale Protezione Animali, che ha anche istituito una mail in occasione di questa emergenza: ucraina@enpa.org.